in

Google: servizio cloud gaming Stadia 4K/60p

Google ha presentato alla GDC il servizio di cloud gaming Stadia

stadia games

Nella presentazione della piattaforma di gioco di Google, sono state mostrate molte caratteristiche di Stadia ma senza fornire dettagli specifici. Sono rimasti molti quesiti da porre, in particolare non è dato sapere quale sarà il prezzo, la data di lancio o l’elenco dei primi partner. Una nuova futuristica piattaforma di gaming darà accesso istantaneo dal Cloud ai giochi su qualsiasi tipo di dispositivo: Laptop, Desktop, Tablet, TV e Cellulare. L’obiettivo di Google Stadia è rendere disponibili i giochi con una risoluzione fino a 4K e 60 frame al secondo con HDR e audio surround.

Phil Harrison, che è passato a Google solo l’anno scorso e gestisce l’intero settore dei giochi; in precedenza ha lavorato sia per XBOX che su PlayStation ha affermato che Google si concentrerà innanzitutto sul Chromecast. Allo stesso tempo, sottolinea che Stadia potrebbe essere tecnicamente utilizzato ovunque sia disponibile YouTube.

Ciò dà speranza a molte Smart TV o persino a dispositivi di Google come Nexus Player, ma ciò potrebbe richiedere del tempo. Supponendo che Stadia debutti nell’autunno 2019, non ci si dovrebbe aspettare alcun supporto prima dell’autunno 2020.

Utilizzando il browser Chrome di Google, si potrà iniziare il gioco su un Laptop, passare senza interruzione su un Telefono Android, continuare su un Desktop, proseguire sul Tablet Android e, senza soluzione di continuità, giocare su un TV tramite Chromecast. Per far ciò si potranno utilizzare i Controller già sul mercato ma, per Harrison, i migliori risultati si otterranno con lo Stadia Controller, il nuovo Controller Google che tramite Wi-Fi si collegherà direttamente alle sessioni di gioco in Cloud e che, rispetto ai Controller esistenti, avrà due pulsanti in più; il primo permetterà di acquisire e condividere clip direttamente su YouTube, mentre il secondo servirà per accedere all’Assistente di Google alla quale si potranno chiedere consigli su come superare una fase di gioco.

stadia

I Data Center sono la vera piattaforma di gioco su cui è stata costruita Stadia. Ma per meglio competere in termini di grafica e prestazioni, Google ha firmato un accordo strategico di collaborazione con AMD per creare una GPU ad hoc per i suoi Data Center. Un nuovo chip che, secondo Google, raggiungerà i 10,7 Teraflops di potenza, superiore alla somma dei 4,2 Teraflops di PS4 Pro e dei 6 Teraflops di Xbox One X. Stadia utilizzerà Linux come Sistema Operativo, Vulkan come interfaccia OpenGraphic API e, come motori grafici, avrà il supporto di Unreal Engine e Unity. Ad avvalorare lo sforzo tecnico dietro Stadia, appare sul palco Marty Stratton, Executive Producer di id Software che annuncia la disponibilità di Doom Eternal al lancio di Stadia con risoluzione 4K, HDR e 60 fps.

Google ha inoltre creato il reparto Stadia Games and Entertainment, dedicato sia alla creazione di giochi in esclusiva che allo stabilire accordi con sviluppatori esterni. Non mancherà l’opzione cross-platform con le attuali console e quelle future. Per giocare saranno necessari almeno 25 Mbit/sec per il 1080/60p e 30 Mbit/sec per il 4K.

Cosa ne pensi?

Enthusiast

Written by AVguide

Years Of Membership

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pegaso 2552

Pegaso: P50A – Amplificatore integrato

raven

Raven Audio i primi diffusori in uscita